kl_mag_my-herbarium_quinine_header_2880x880 1920x500

My Herbarium Chinina, da "albero della febbre" a rimedio anti-caduta

Sono intorno a noi, ci accompagnano fin dalla nostra infanzia, sono presenti nei nostri prodotti e nei nostri piatti. Eva Dumaine, botanica, ci parla a parole sue delle piante. E dei loro benefici eccezionali.

Forse non conosci il suo nome, ma puoi sentirne il sapore sulla punta della lingua. La Chinina, un estratto della corteccia dell'albero di Cinchona, dà un gusto deliziosamente amaro ai tonici che si mescolano a gin e vodka per una piccola spinta che fa formicolare le papille. Il mio primo incontro, intingendo le labbra nel cocktail amaro che era finito nella mia parte del tavolo, si era tradotto in un'espressione corrucciata e un broncio più che dubbioso! Ora, qualche anno dopo, non direi di no, ma questa è un'altra storia! Ciò che mi affascina della Chinina è che, molto prima che arrivasse nei nostri bicchieri, è passata nel tempo sulle spalle dei conquistadores, ha curato re, ha guarito papi ed eserciti, per diventare infine la nostra più fidata alleata nella lotta alla caduta dei capelli! Una vera eroina la cui storia può essere raccontata in poche frasi...

  • <span class="ezstring-field">kl_quinine_active-ingredient_field_plant_2020 -8- 367x460</span>
  • <span class="ezstring-field">kl_quinine_active-ingredient_field_plant_2020 -53- 367x460</span>
  • <span class="ezstring-field">kl_quinine_active-ingredient_field_plant_2020 -29- 367x460</span>

La Cinchona rossa si trova sulle pendici delle Ande, dove è conosciuta come "albero della febbre" dalla notte dei tempi, ma fu solo quando venne portata in Europa dai missionari gesuiti nel XVII secolo che cominciò a comparire nei trattamenti medici. Apprezzata dai Papi a Roma per l'efficacia dei decotti ottenuti dalla sua corteccia contro la malaria e le febbri che devastavano la città ogni estate, ribaltò la medicina tradizionale basata sul salasso curando "miracolosamente" il re Carlo II d'Inghilterra e il Delfino di Francia.

Lo studio dell'azione degli estratti della sua corteccia e l'identificazione della sua molecola principale, la Chinina, portarono allo sviluppo dei primi farmaci antimalarici, che furono usati in massa fino alla Seconda Guerra Mondiale quando, dopo la distruzione della maggior parte delle scorte, fu preferita un'alternativa sintetica. Negli anni '70, Klorane si è interessata a questo "tonico", la portata delle cui proprietà è stata gradualmente scoperta: la sua combinazione unica di alcaloidi e proantocianidine si è rivelata straordinaria nell'agire sull'angiogenesi (la fase di crescita dei capelli). Risultato: più di mezzo secolo dopo il suo primo utilizzo nelle formule, la nostra gamma leader nella prevenzione della caduta dei capelli in Europa si basa ancora sull'efficacia della Chinina, ora associata alla Stella Alpina svizzera e al Manganese per un'azione completa su tutto il ciclo dei capelli. La nostra catena di approvvigionamento eco-responsabile in Ecuador, la patria originaria della Cinchona, sostiene i produttori locali nei loro sforzi per preservare la risorsa, adeguando la rimozione della corteccia alla capacità di rigenerazione degli alberi. La Klorane Botanical Foundation sta sviluppando anche progetti di riforestazione sostenibile. Ci penserai la prossima volta che ordini un Gin Tonic!

Scopri i nostri prodotti

Shampoo alla Chinina e Stella alpina BIO

Chinina Capelli

Shampoo alla Chinina e Stella alpina BIO

Aiuta a rafforzare, Deterge

Balsamo alla Chinina e Stella alpina BIO

Chinina Capelli

Balsamo alla Chinina e Stella alpina BIO

Districa, Rivitalizza, Aiuta a rafforzare

Torna all'inizio