Focus Expert sullo Shampoo secco Klorane

Intervista all’Esperto

Prendersi cura del cuoio capelluto con una formula adatta alle proprie esigenze, avere capelli puliti e leggeri risparmiando acqua: è questa la promessa dello shampoo secco Klorane. David Baco, responsabile di tecnica e innovazione per Klorane, ci svela i segreti della sua efficacia.

Quando nel 1971 Klorane crea il suo primissimo shampoo secco, scatena una piccola rivoluzione. In soli due minuti, diventa possibile lavarsi i capelli senz’acqua, in qualunque luogo. “Questo prodotto molto innovativo, utilizzabile in modalità ‘viaggio’, adatto a tutti i tipi di capelli, rispondeva pienamente alle nuove esigenze delle donne e questo vale ancora oggi”, spiega David Baco.

Lavare i capelli senz’acqua: come funziona?

“L’idea è quella di catturare il sebo prodotto naturalmente dal cuoio capelluto e le impurità con delle polveri nebulizzate alla radice dei capelli, e poi di eliminare queste polveri ’caricate’ a colpi di spazzola”, spiega David Baco. I capelli risultano puliti come dopo uno shampoo classico, ma senza doverli bagnare. La facilità dell’operazione garantisce un notevole risparmio di tempo quando ci si prepara per uscire.

Efficace, esperto e… botanico!

“La formula esclusiva dello shampoo secco Klorane si basa su un’associazione di quattro polveri, lavorate in modo da ottenere il miglior compromesso possibile tra assorbimento, facilità di applicazione e di eliminazione”, spiega David Baco. Il laboratorio crea un mix di silice, dall’altissimo potere assorbente, beta-ciclodestrina, una gabbia molecolare naturale capace di incapsulare i corpi grassi, e amidi di mais e riso, che favoriscono una buona dispersione e sono dotati di una grande capacità di assorbimento. Un connubio che garantisce un’efficacia assorbente senza pari e un effetto invisibile.

“A questo mix di polveri aggiungiamo principi attivi vegetali selezionati per la loro azione specifica. È il mantra di Klorane: a ogni indicazione, la sua pianta”, ricorda David Baco. "Ogni attivo vegetale è rigorosamente selezionato per l’azione specifica che esercita su cuoio capelluto e sui capelli.”.

Lavare senz’acqua, ma rispettando la natura dei capelli

Ogni cuoio capelluto ha i suoi bisogni… e quindi il suo shampoo secco. “Proponiamo due gamme: una al latte d’Avena, adatta a tutti i tipi di capelli, e l’altra all’ortica, destinata ai capelli grassi o che tendono a sporcarsi facilmente”, spiega David Baco.

L’Avena è stata scelta per la sua ricchezza di glucidi, lipidi e vitamine, che le conferiscono proprietà emollienti e protettive. Viene coltivata in Francia, secondo modalità in linea con il disciplinare dell’agricoltura biologica. “Questo shampoo secco apporta morbidezza, consistenza e volume, oltre a regalare un effetto invisibile: è l’alleato bellezza per eccellenza, con ottimi risultati clinici.”

L’Ortica è stata scelta per le proprietà delle sue radici: contengono infatti un principio attivo sebo-riduttore che riduce la produzione di sebo in modo localizzato. “I lavaggi troppo frequenti, anche con uno shampoo specifico per capelli grassi, possono provocare un effetto rebound di produzione di sebo. Lo shampoo secco all’ortica deposita un principio attivo che inibisce tale effetto, associato a polveri assorbenti”, specifica David Baco. “Diventa così un ausilio molto interessante per distanziare gli shampoo, ma allo stesso tempo prendersi cura del cuoio capelluto.”
Lo shampoo secco all’ortica è ideale per chi ha picchi di seborrea, in particolare gli adolescenti; ed è anche l’alleato perfetto di chiunque porti la frangia che tende a sporcarsi più in fretta del resto della capigliatura.

Klorane | Shampoo secco avena

Bruna, bionda… a ognuna il suo colore!

Le quattro polveri che compongono lo shampoo secco “classico” sono bianche, per loro natura; se non vengono eliminate accuratamente, quindi, sarà visibile un minimo residuo sui capelli scuri. “Per risolvere questo problema abbiamo lanciato gli shampoo secchi “colore naturale”, all’Ortica e all’Avena. La formula originaria, arricchita con un mix di polveri di tre ossidi di ferro, attribuisce un colore ‘nudo’ invisibile, senza alterare l’efficacia del prodotto”, spiega David Baco. “Lo abbiamo testato su capelli da castano a bruni.” Non ci sono più scusanti per non usare lo shampoo secco, indipendentemente dal colore dei tuoi capelli!

I 1.001 (o quasi) benefici dello shampoo secco

Intervallare gli shampoo, guadagnare tempo prezioso alla mattina, fare un ritocco dopo lo sport e lavarsi i capelli ovunque, in qualunque momento: tutti vantaggi che hanno decretato il successo dello shampoo secco.

“Con la sua struttura a base di polveri, lo shampoo secco dà corpo al capello e facilita la messa in piega creando volume”, spiega David Baco, “e il mondo professionale lo ha adottato per rifinire chignon e acconciature sofisticate.”

A tutti questi vantaggi si aggiunge una sfida sempre più presente nelle nostre vite: risparmiare acqua. L’acqua necessaria per lavarsi i capelli con uno shampoo classico, ma anche per fabbricare il prodotto.

Integrare uno shampoo secco nella propria routine settimanale significa risparmiare 500 litri d’acqua all’anno, con la stessa efficacia di uno shampoo liquido nel rimuovere l’eccesso di sebo e le particelle di inquinanti ambientali.
#FeelGoodActGood!

play button

Vidéo coiffure shampooing sec avoine ortie

play button

Vidéo coiffure shampooing sec avoine ortie

I gesti giusti per sfruttare appieno l’efficacia dello shampoo secco Klorane

1 – Shake shake shake

“Per loro natura, le polveri non si ripartiscono in modo omogeneo nel flacone”, spiega David Baco, “ed è quindi essenziale agitarlo bene prima dell’uso e fare altrettanto dopo aver trattato due o tre righe di capelli, per distribuire le polveri in modo ottimale”. 

2 – Applicare nel punto giusto

Aver cura di applicare il prodotto in corrispondenza delle radici, sul cuoio capelluto, per sfruttare l’effetto assorbente delle polveri, quello lenitivo dell’Avena e sebo-riduttore dell’Ortica. 

3 – I gesti giusti per eliminarlo

Ecco le 3 modalità più semplici e attuali per eliminare lo shampoo secco, che possono essere associate o alternate, per ottenere un risultato diverso. 

  • A testa in giù, muovere la capigliatura con le dita.
  • Spazzolare vigorosamente i capelli con una spazzola grossa, ma non col pettine, che rischierebbe di impigliarsi. 
  • Muovere i capelli con l’asciugacapelli, concentrandosi in particolare sulle radici.

Ti piacerà anche...