Il Cupuaçu, gioiello della cosmesi giunto dall’Amazzonia

Focus botanico: il Cupuaçu
Cupuacu_mains_graines

L’Amazzonia ha più di una storia da raccontare, più di un tesoro da regalare. Parti alla scoperta del Cupuaçu, quest’iconico albero brasiliano dalle proprietà cosmetiche e botaniche ancora poco conosciute. Coltivato oggi dai contadini brasiliani utilizzando nuove pratiche agricole, più rispettose dell’ambiente, il Cupuaçu bio dell’Amazzonia è un segreto di bellezza tutto da scoprire!

Un gigante dai fiori a forma di stella...

Essenza endemica del Nord Est del Brasile, il Cupuaçu (Theobroma grandiflorum), l’albero che produce il frutto che porta lo stesso nome, cresce in un clima caldo e umido. L’Amazzonia, con la sua temperatura media annua di almeno 22 gradi e un tasso di umidità superiore al 75%, può dirsi il suo habitat naturale. Il Cupuaçu può però prosperare e produrre in abbondanza anche su un terreno con scarse sostanze minerali, purché sia ben drenato.

Specie a rapida crescita, il Cupuaçu può arrivare a misurare quasi tre metri di altezza tre anni appena dopo essere stato piantumato; giunto a maturità, è un gigante di 20 metri di altezza che sviluppa una chioma di 6-8 metri di diametro, con grandi foglie verde scuro.

Da giugno a dicembre, quando le piogge sono meno abbondanti, il tronco e i rami del Cupuaçu si ricoprono di una moltitudine di fiori color giallo e rosso scuro, la cui parte centrale ricorda stranamente una stella marina.

In realtà meno dell’1% di questi fiori si trasformeranno per schiudere una minuscola fava scura e vellutata, primo segno del prezioso frutto che giungerà a maturazione dopo quattro o cinque mesi, e sarà raccolto quando cade a terra durante la stagione delle piogge, tra febbraio e aprile.

santa_luzia_de_tome_hommes

Pilastro di un approccio colturale responsabile

L’agroforestazione è un’arte delicata che consiste nell’associare specie diverse allo scopo di ricreare un ecosistema equilibrato e preservarne la biodiversità. Una simile modalità produttiva consente di ripristinare la fertilità del suolo e diversificare le produzioni di un appezzamento di terreno. Inoltre aiuta a migliorare la qualità dell’acqua e a contrastare l'erosione del suolo, arricchisce la biodiversità e consente persino di stoccare carbonio per contribuire alla lotta contro il riscaldamento globale.

Nel Nord del Brasile, dove la foresta amazzonica perde ogni anni 8.000 km2 a vantaggio delle coltivazioni estensive, alcuni agricoltori cercano di lavorare in modo diverso e di rimboschire terreni oramai impoveriti giocando la carta dell’agroforestazione.

Specie robusta che richiede poche cure, il Cupuaçu si integra perfettamente in un programma agroforestale concepito per la regione amazzonica. Coabita con l’Açai, pianta dalle alte foglie frangiate che produce bacche energetiche, e il Bacaba, una palma immensa che fornisce l’ombra necessaria alle giovani piante di Cupuaçu. Questi grandi alberi offrono riparo a piante di passiflora o acerola. Un ecosistema produttivo così strutturato assicura fonti di reddito diversificate agli agricoltori.

E per migliorare ulteriormente l’impatto delle colture sull’ambiente, la Klorane Botanical Foundation agisce in loco in collaborazione con l’Istituto Beraca sostenendo la creazione di un sistema di coltivazione biologica del Cupuaçu che non utilizzi pesticidi o concimi chimici, secondo un approccio agroforestale, in 2 comunità amazzoniche: Bella Orora e Santa Luzia.

Un burro incredibilmente nutriente

Le scure cabosse del frutto del Cupuaçu racchiudono una polpa bianca dal sapore acidulo in cui l’aroma di banana si mescola a quello del limone verde, utilizzata per la produzione di sorbetti, succhi, confetture e liquori, molto apprezzati dal Perù al Brasile passando per la Bolivia. Ma sono i semi a racchiudere le incredibili proprietà cosmetiche del Cupuaçu.

Parente stretto del cacao, il frutto del Cupuaçu contiene semi che vengono seccati e poi pressati per estrarne un olio dorato che diventa un burro dal potere nutritivo straordinario. Ben noto agli indios dell’Amazzonia, che lo utilizzano per nutrire i capelli e idratare la pelle, il Cupuaçu è la base di prodotti cosmetici sempre più ricercati.

E non c’è da stupirsi, considerato che questo burro, dalle riconosciute virtù lenitive e riparatrici, ha un potere nutritivo di 1,5 volte superiore al celebre burro di karité…

Ecco perché Klorane lo ha scelto come ingrediente base per la sua nuova gamma Corpo. Formulati a base di Burro di Cupuaçu bio e prodotti con il 96% di ingredienti naturali, i trattamenti Corpo eco-responsabili Klorane si prendono cura della tua pelle, lasciando la tua mente libera di volare…

Cupuacu_ouvert.png